logo-mini
Of-MigliorMutuo 2014/ E il vincitore è Intesa Sanpaolo OF OSSERVATORIO FINANZIARIO

SOMMARIO

Intesa Sanpaolo vince il premio più ambito del 2014. Come tre anni fa. Ad essere premiata è tutta la gamma Domus, nelle sue versioni a tasso fisso, variabile e misto. Ma sono i servizi aggiuntivi, gli spread che cambiano a seconda del capitale concesso a credito, e le opzioni di flessibilità che consentono un ammortamento personalizzato a migliorarne il piazzamento. Ecco perché Intesa Sanpaolo sbaraglia la concorrenza. Come funzionano i suoi prodotti a catalogo. E quanto costano

Of-MigliorMutuo 2014/ E il vincitore è Intesa Sanpaolo

Leggi anche:
Mutui, piacciono di nuovo. Ma non sono più quelli di una volta
Of-MigliorMutuo a Tasso Fisso 2014
Of-MigliorMutuo a Tasso Variabile 2014
Of-MigliorMutuo a Tasso Misto 2014
Of-MigliorMutuo Europeo 2014
Of-MigliorMutuo per Giovani 2014
Of-MigliorMutuo Innovativo 2014

Il miglior mutuo in assoluto del 2014, che si aggiudica il premio più ambito (Of-MigliorMutuo 2014), oltre a una posizione di prestigio anche in tutte le altre classifiche parziali è Mutuo Domus di Intesa Sanpaolo. Ed è un déjà vu. Perché nelle ultime classifiche redatte da Of, nel 2011, (prima che i mutui scomparissero, insieme alla domanda), era stato proprio Mutuo Domus a Tasso Fisso ad aggiudicarsi il gradino più alto del podio. Ma nel 2014 c’è una novità. Ad essere premiato non è solo il singolo prodotto, ma tutta la gamma.

Mutuo Domus di Intesa Sanpaolo, infatti, può essere sottoscritto a tasso fisso o variabile. E per ognuna delle due possibilità è presente anche la versione multiopzione che consente di cambiare il tasso applicato al finanziamento ogni 3 o 5 anni, a scelta del cliente.
Chi opta per il variabile classico può anche scegliere di agganciare l’andamento delle rate al tasso Bce stabilito dalla Banca Centrale Europea (più stabile rispetto all’Euribor). Mentre per i giovani under 35 è disponibile l’offerta Superflash. Con tassi ridotti e spese di istruttoria azzerate.

Si può richiedere a prestito fino al 95% del valore dell’immobile (che diventa 100% in caso di giovani under 35). Ma gli spread applicati, variano a seconda del capitale concesso. Premiando chi ha più soldi da investire inizialmente nell’acquisto della casa. Da gennaio, infatti, lo spread si riduce al diminuire del debito sottoscritto in relazione al valore dell’immobile comprato. E il costo minore è applicato a chi accetta di ricevere un prestito ipotecario non superiore al 50% del valore della casa. Così, per esempio, i sottoscrittori di un finanziamento variabile hanno la possibilità di ottenere uno spread, a cui sommare poi l’indice di riferimento, fisso al tondo 3% per un mutuo di 100.000 euro da restituire in 15 anni. Mentre chi richiede il 95% vedrà la spesa crescere, per lo stesso importo e la stessa durata, al 3,75%. Per una variazione del 25%.
I titolari di un mutuo a tasso fisso, invece, avranno un Tan invariato per tutta la durata del piano di rimborso al 5,15% per importi concessi fino al 50%, contro il 6,20% di chi richiede il 95%. Per una variazione che si assesta intorno al 20%.

Prima di sottoscrivere il mutuo, la banca offre un check-up gratuito iniziale. Mentre sono disponibili anche opzioni di flessibilità per un rimborso personalizzato. Così, per esempio, acquistando il servizio Sospensione Rate è possibile sospendere il pagamento delle rate mensili fino a 6 e per un massimo di 3 volte nel corso della vita del finanziamento. Mentre con Flessibilità Durata, solo per i giovani, è consentito allungare o ridurre il piano di ammortamento per un massimo di 5 anni, purché la durata complessiva non superi i 40. Le due opzioni prevedono un costo di 150 euro l’una. Ma fino a fine marzo è attiva la promozione che ne consente l’acquisto a 50 euro ciascuna.

La banca, inoltre, a dicembre ha avviato anche un Piano Casa, che si è realizzato in due interventi. Il primo, in scadenza a febbraio ma prorogato fino al 30 giugno, ha lo scopo di consentire alle famiglie già titolari di un finanziamento ipotecario acceso presso una Banca del Gruppo, di richiedere la sospensione dei pagamenti della sola quota capitale della rata per un anno, continuando a beneficiare della detrazione fiscale per la quota interessi.

Il secondo, invece, ha preso avvio nei primi mesi del 2014, coinvolgendo 400 cantieri di proprietà di costruttori clienti dell’istituto. In pratica, grazie all’accordo, 4.300 appartamenti finiti o quasi completati (e ancora invenduti) hanno iniziato ad essere proposti in forma agevolata a privati in procinto di acquistare un immobile. Offrendo anche la possibilità di ottenere un mutuo fino al 100% del valore d’acquisto.

» Torna alla homepage dello speciale

» Vai alle tabelle

© Of-Osservatorio finanziario – riproduzione riservata

Leggi Anche:

OF Miglior Banca 2019

Leggi tutto

Contatti

Of Osservatorio finanziario

OfNews è una realizzazione di Of Osservatorio finanziario. Leggi Privacy Policy.

Visita il sito