logo-mini
Conti correnti. I dati di mercato e le migliori offerte OF OSSERVATORIO FINANZIARIO

SOMMARIO

Oltre 865 miliardi di euro. È quanto depositato a fine 2019 sui conti correnti delle banche tradizionali in Italia. I 16 principali istituti di credito, secondo i dati presenti in OFPowerView Analytics, sono guidati per quote di mercato da Intesa Sanpaolo e UniCredit. Mentre la giacenza media più elevata si trova in CheBanca!. Il mercato sta però cambiando a causa dell’emergenza Covid-19 e si sta sempre più spostando verso un’offerta digitale. Ecco le migliori soluzioni da sottoscrivere online

Conti correnti. I dati di mercato e le migliori offerte

I conti correnti delle banche tradizionali in Italia (per un totale di 16 gruppi) a fine 2019 erano circa 40 milioni con un aumento di quasi il 3% rispetto all’anno precedente, e vi erano depositati oltre 865 miliardi di euro.
Il Gruppo che ha ottenuto un incremento maggiore è BPER Banca con il 28,95%, soprattutto grazie alla fusione con Unipol Banca, avvenuta a fine 2019. Se, invece, si escludono i numeri apportati dalla fusione, il Gruppo ha registrato un +3,82%.

Primo gruppo in classifica (escludendo quindi BPER Banca) per crescita è Credem (+15,81%), seguita da Banco BPM con il 12,44% e, in terza posizione, da Banca Monte dei Paschi di Siena (+10,21%).

In termini di quote di mercato, invece, Intesa Sanpaolo è al primo posto con il 27% del mercato.

Mentre analizzando la giacenza media, al primo posto si trova CheBanca!, con 25mila euro (tutti i dati sono ricavati dall’analisi dei bilanci ed elaborati da OFPowerView Analytics, la piattaforma di big data di OF, e ripresi dal Report POP Performance OF Products).

Le tendenze e i nuovi prodotti

Durante il lockdown, con la chiusura temporanea delle filiali, i principali istituti hanno lavorato per permettere di svolgere un elevato numero di operazioni attraverso i canali diretti. Ad esempio, sono state sviluppate nuove modalità di onboarding per i conti correnti, cioè per consentire sia ai già clienti sia ai nuovi di richiederne uno via sito, Internet banking e app. Anche nella fase 3, con la graduale riapertura degli spazi fisici, le banche continuano ad invitare a recarsi in filiale solo per esigenze improrogabili. E non a caso numerose promozioni del momento offrono riduzioni, ad esempio sul canone del conto corrente, esclusivamente per chi opta per una sottoscrizione da pc o smartphone.

Le nuove modalità digitali rendono così l’ offerta sempre più simile a quella degli istituti online. E se si considera anche il costante aumento dei costi di queste ultime, attualmente aprire un nuovo conto online con un grande istituto o con una banca digitale ha differenze molto meno marcate rispetto al passato.

OF Osservatorio Finanziario ha analizzato le offerte del momento dedicate ai nuovi clienti, esaminando 8 conti correnti online di altrettante banche tradizionali. Per scoprire quelle più convenienti è stato utilizzato l’OFISC, la simulazione proprietaria che calcola il costo medio annuo includendo il canone mensile, carta di credito e di debito e le principali operazioni, come prelievi e bonifici. A questa simulazione si aggiunge anche una descrizione dei servizi extra offerti.

Le migliori proposte per l’apertura online

L’offerta attualmente più conveniente per i nuovi clienti che scelgono un conto corrente di una banca tradizionale da sottoscrivere online è quella di Crédit Agricole. Il Conto Easy ha un OFISC di 34,34 euro e offre a zero spese: canone mensile, carta di debito, 24 prelievi (oltre 2,10 euro) e bonifici online verso tutte le banche. La carta di credito prevede una quota annuale di 30,99 euro mentre i bonifici disposti allo sportello costano 2 euro verso lo stesso istituto e 2,50 euro verso gli altri.

I nuovi clienti che scelgono di aprire il Conto Easy beneficiano attualmente di diverse promozioni. Se l’apertura avviene entro il 30 giugno 2020 e vengono sottoscritte dall’home banking, entro la fine di luglio, anche le polizze di Crédit Agricole Assicurazioni si riceve in regalo un buono Amazon del valore fino a 100 euro.
Oppure, sempre per richieste entro il 30 giugno, si può optare per l’offerta che regala un bonus da 100 euro accreditato direttamente sul conto. In questo caso, in fase di domanda, è necessario inserire l’apposito codice promozionale e successivamente accreditare lo stipendio (o fare due bonifici da almeno 2.500 euro) e attivare la carta di debito.

Con validità fino al 31 luglio 2020, invece, sono attive le promozioni con due partner: la prima è con Just Eat e offre un buono da 120 euro da utilizzare per ordinare nei ristoranti preferiti. La seconda è con Ninja Marketing e prevede un buono, sempre da 120 euro, per iscriversi a un corso della digital business school.
In entrambi i casi è necessario anche accreditare lo stipendio, o fare 2 bonifici da almeno 2.500 euro, e attivare la carta di debito dall’home banking.

Tra i servizi extra, il conto di Crédit Agricole permette di effettuare bonifici istantanei e di utilizzare l’app Fastcash per prelevare contanti dagli ATM anche senza avere la carta.

Il secondo conto corrente più conveniente è MPS Mio Easy di Monte dei Paschi di Siena, con un OFISC di 61,50 euro, l’unico dell’omonima gamma che può essere richiesto senza doversi recare in filiale. Il canone standard è di 24 euro l’anno ma viene azzerato per i primi 12 mesi in caso di richieste entro il 31 agosto 2020. Inoltre, viene sempre ridotto di 2 euro se si accredita stipendio o pensione e di altri 2 o 4 euro con il possesso di altri prodotti e servizi come, ad esempio, carte prepagate, addebito delle rate del mutuo, polizze e piani di accumulo, arrivando così ad azzerarsi.

Non sono previste spese aggiuntive per la carta di debito, i bonifici online verso tutte le banche e l’Internet banking. Mentre per la carta di credito servono 36 euro, i prelievi costano 2,10 e i bonifici allo sportello 4,50 euro verso conti di MPS e 5 euro verso quelli di altri istituti.

In termini di servizio aggiuntivi MPS MIO Easy include bonifici istantanei, prelievo cardless e linee vincolate collegate al conto con rendimenti dedicati.

Terzo gradino del podio per la versione base di MyGenius di UniCredit, che per richieste online entro il 28 giugno 2020 azzera il canone (standard di 3 euro al mese), i bonifici online e i giroconti per sempre. In questo caso l’OFISC ammonta a 67,85 euro. Il conto include a zero anche la carta di debito mentre per quella di credito servono 42 euro. I bonifici allo sportello, invece, costano 7,25 euro mentre i prelievi da ATM di altri istituti 2 euro.

Al conto, inoltre, possono essere collegati alcuni moduli ad hoc dedicati agli investimenti e utilizzando l’home banking si dispongono anche i bonifici istantanei. All’ATM, invece, è possibile prelevare senza carta, utilizzando lo smartphone. E l’ultima novità riguarda l’aggregatore per consultare, dall’app di mobile banking, anche i conti sottoscritti presso altri istituti, per una veduta d’insieme della situazione finanziaria.

Segue l’offerta di Intesa Sanpaolo su XME Conto. L’OFISC è pari a 68,20 euro grazie alla promozione attualmente attiva, valida fino al 30 giugno 2020, che azzera per sempre il canone e il costo della carta di debito XME Card Plus se il nuovo cliente richiede i due prodotti online. La carta di credito costa 60 euro, i bonifici allo sportello 3,50 euro e online 1 euro e i prelievi 2 euro.

Intesa Sanpaolo offre poi un ampio catalogo di servizi collegabili al conto corrente, come ad esempio il prelievo cardless, il bonifico istantaneo e XME Salvadanaio, per accantonare piccole somme e raggiungere gli obiettivi di risparmio prefissati. I correntisti accedono anche alle promozioni di partner convenzionati con InOfferta e possono ottenere linee di credito aggiuntive, anche via app, con il servizio XME SpensieRata. Mentre con PerTe Prestito Diretto, si acquistano sui canali della banca prodotti di brand famosi (come Apple, Samsung e Piaggio) a tasso zero. Infine, è possibile aggregare, con lo strumento XME Banks, anche i conti di altre banche.

Leggermente più alto il costo medio di Websella, conto online di Banca Sella, pari a 68,83 euro. Gratuito per i primi 3 mesi per le nuove richieste, ha un canone di 18 euro e carta di debito a zero se richiesta al momento della sottoscrizione del conto. Sono a zero anche i bonifici online, mentre quelli allo sportello costano dai 3,25 euro verso la stessa banca ai 4 euro verso le altre. La quota della carta di credito è pari a 41 euro mentre per il prelievo servono 2 euro.

Tra i servizi aggiuntivi, anche Banca Sella mette a disposizione dei correntisti il bonifico istantaneo e lo strumento per aggregare i conti di altri istituti per una vista d’insieme delle spese. Inoltre, a Websella è possibile abbinare una polizza infortuni.

Costa, secondo la simulazione di OF, in media 125,11 euro l’anno il nuovo UBIconto, lanciato a fine maggio da UBI Banca. Se richiesto da sito o app ha un canone di 72 euro che non viene applicato per i primi 24 mesi e successivamente viene ridotto di 1 euro al mese con l’accredito dello stipendio e di 2 euro se si abbina una carta di credito Hybrid. Ulteriori sconti sono previsti in caso di possesso di prodotti di risparmio gestito o polizze vita e se si certifica l’indirizzo e-mail collegato al servizio di Internet banking.
La carta di debito è gratuita mentre quella di credito costa 60 euro l’anno. Per effettuare bonifici servono 5 euro allo sportello e 0,50 euro online. I prelievi, invece, prevedono una spesa di 2 euro.

Con il nuovo conto corrente di UBI Banca è possibile disporre bonifici istantanei, ottenere condizioni agevolate sul deposito titoli e utilizzare RicariConto, per rateizzare una o più spese come ad esempio quelle effettuate con la carta di debito, i bonifici e le bollette.

125,50 euro è il costo medio di BNLX Semplifica Ogni Giorno Smart di BNL BNP Paribas. Il canone base è di 72 euro l’anno ma si può ridurre di 2 euro al mese con l’accredito dello stipendio e ulteriori sconti sono previsti in caso di patrimonio elevato, di possesso di polizze e di piani di accumulo. Anche in questo caso la carta di debito è gratuita mentre quella di credito costa 42 euro. I bonifici hanno un costo di 6,50 euro se disposti in filiale e di 1 euro online. Per i prelievi servono 2 euro.

In termini di servizi extra, anche BNL BNP Paribas permette ai correntisti di disporre bonifici istantanei e di utilizzare il prelievo cardless.

Chiude l’analisi Conto Mediolanum di Banca Mediolanum, con un OFISC di 133,77 euro. Il conto online ha un canone annuo di 90 euro che viene azzerato per i primi 12 mesi dalla sottoscrizione. I nuovi clienti beneficiano, sempre per il primo anno, anche dell’azzeramento della quota della carta di credito che dal secondo passa a 40 euro. Sono a zero anche carta di debito, prelievi e bonifici online. Mentre per quelli disposti allo sportello il costo è di 3 euro.

I correntisti hanno poi accesso a una serie di extra come sconti e agevolazioni su altri prodotti (ad esempio mutui o depositi) in base al loro profilo e al patrimonio detenuto. Inoltre, per tutto il 2020 sono azzerate le spese per disporre bonifici Extra Sepa online e allo sportello. Con il servizio Shop For You, poi, possono acquistare a tasso zero prodotti hi tech direttamente nell’home banking. Sempre dall’area privata si accede al Mediolanum Store, per l’acquisto di abbigliamento brandizzato della banca.

ventottesimo forum Scenari Immobiliari

 

Leggi Anche:


Contatti

OF Osservatorio Finanziario

OfNews è una realizzazione di OF Osservatorio Finanziario. Leggi Privacy Policy (formato PDF)

Visita il sito