logo-mini
Novembre 2018. Hi-Tech & banche. I Migliori del Bimestre OF OSSERVATORIO FINANZIARIO

SOMMARIO

Intesa Sanpaolo semplifica gli investimenti da mobile con un’app dedicata, Intesa Sanpaolo Investo. Deutsche Bank, invece, porta la consulenza online. Sul fronte dei mobile payments grandi novità si attendono da gennaio con l’arrivo del wallet Bancomat Pay. Mentre le carte ora diventano biometriche grazie alla partnership tra Intesa Sanpaolo e Mastercard

Novembre 2018. Hi-Tech & banche. I Migliori del Bimestre

Tratto dalle schede del DB Prodotti Bancari presenti nel rapporto La Bussola Innovazione di novembre 2018

A quasi un anno dall’entrata in vigore della PSD2, l’evoluzione tecnologica procede velocissima. Nuovi servizi, prodotti e società FinTech stanno trasformando il panorama bancario, mentre fervono i preparativi degli istituti di credito per adeguarsi alla direttiva entrata in vigore lo scorso gennaio. Dal prossimo settembre 2019, infatti, tutti gli istituti di credito dovranno essere allineati. Ecco allora che il passaggio alla strong authentication diventa non più una commodity, ma un processo obbligato: Creval ha già adeguato la sua schermata di login. Intesa Sanpaolo invece, che già ha il suo smart token mobile da qualche tempo, ha ora annunciato a tutti i suoi clienti via newsletter che a breve il token fisico verrà dismesso.

La semplificazione e l’evoluzione del sistema dei pagamenti passa anche attraverso home banking e app. Sono in aumento, infatti, le iniziative promozionali volte a spingere non solo l’utilizzo dei canali remoti, ma anche a favorire l'acquisizione di nuovi clienti attraverso le piattaforme evolute. Così, UniCredit continua a offrire premi in palio a chi richiede il conto online. CheBanca!, invece, pensa ai già correntisti e ha avviato un nuovo programma di loyalty. Mentre Intesa Sanpaolo continua a puntare sulle promo a tempo di InOfferta, da richiedere direttamente dall’area riservata.

Ma gli effetti della PSD2 si vedono maggiormente nel settore dei pagamenti mobile. Grazie all’introduzione di terze parti e società FinTech che stanno dando nuovo impulso all’open banking, con servizi ad hoc, ibridi e in fase di espansione. YOLT, voluta dal gruppo internazionale ING Bank, per esempio è già operativa. Mentre sono in espansione i servizi dei colossi Apple Pay, Google Pay e Samsung Pay. In attesa dell’arrivo, a gennaio, del wallet Bancomat Pay.

I MIGLIORI DEL BIMESTRE



HOME BANKING: La consulenza a distanza di Deutsche Bank
Deutsche Bank ha lanciato il 22 ottobre 2018 “Consulenza Diretta”, il nuovo servizio live a distanza, fornita da un team che supporta i clienti nell'uso del servizio di Internet banking db Interactive e nella scelta e nell’attivazione delle soluzioni d’investimento più adeguate, anche quando non può recarsi in filiale. In questo modo le operazioni di investimento possono essere concluse interamente da remoto, oppure concordate e avviate con “Consulenza Diretta” e concluse in filiale.

APP: Intesa Sanpaolo Investo
A fine ottobre Intesa Sanpaolo ha lanciato l'app Intesa Sanpaolo Investo che permette di seguire l’andamento dei mercati e realizzare le strategie d’investimento direttamente da smartphone, in qualsiasi momento. La nuova app sostituisce la precedente Intesa Sanpaolo Investimenti. Disponibile in versione iOS e Android, prevede l'accesso con il riconoscimento biometrico dell'impronta digitale e permette di visualizzare la situazione aggiornata degli investimenti come fondi, titoli, gestioni patrimoniali, polizze, fondi pensione, buoni di risparmio. Inoltre, è possibile gestire tutti gli ordini e controllare le notizie di mercato.

MOBILE PAYMENTS: Bancomat Pay
Il 7 novembre 2018, in occasione del salone dei pagamenti di Milano, è stato annunciato che Bancomat Pay, il wallet di Bancomat Spa, arriverà ufficialmente il 1° gennaio 2019. Il servizio è un rebranding di Jiffy, il P2P creato da SIA, e sarà disponibile per tutti i titolari di carte appartenenti al circuito Pagobancomat. Il wallet, che includerà tutte le funzionalità già presenti in Jiffy, permetterà anche di disporre pagamenti nei negozi utilizzando il QR Code e di fare pagamenti verso la pubblica amministrazione. Sarà presente all’interno dei portafogli virtuali delle banche che già offrono Jiffy, mentre chi ancora non ha attivato il servizio avrà a disposizione un’apposita app omonima. L’obiettivo, fa sapere la società, è quello di rendere utilizzabile il servizio di mobile payments a tutti i titolari di carte di bancomat in Italia, per un totale di 37 milioni di possibili nuovi utenti. Andando quindi ad ampliare significativamente la base clienti che, attualmente, conta circa 5 milioni di attivazioni.
Per agevolarne la diffusione è stato già annunciato che, dal momento del lancio, Bancomat Pay sarà caratterizzato da costi interbancari azzerati per tutti i pagamenti inferiori a 15 euro.

CARTE E POS: La carta biometrica di Intesa Sanpaolo e Mastercard
Intesa Sanpaolo e Mastercard hanno presentato il 7 novembre 2018 il primo progetto pilota italiano di carta di pagamento contactless con tecnologia biometrica. Attualmente in fase di test nelle città di Torino, Milano e Roma, la carta prevede il riconoscimento delle impronte digitali, come già avviene per i pagamenti con lo smartphone. La fase di test messa a punto da Intesa Sanpaolo e Mastercard consente inoltre di sperimentare per la prima volta in Europa l’utilizzo di una carta biometrica contemporaneamente dotata anche di tecnologia contactless. Il chip biometrico funziona grazie all’energia del terminale Pos.
Per rilevare i dati biometrici il titolare della carta deve recarsi in filiale, dove un'apposita apparecchiatura è in grado di memorizzare e conservare l’impronta digitale sulla carta. Per pagare è poi sufficiente avvicinarla al terminale Pos tenendo il pollice sul sensore della carta. Si attiverà in questo modo il processo di verifica dell’impronta, al termine del quale l’acquisto sarà autorizzato.

© OF Osservatorio Finanziario – riproduzione riservata

Leggi Anche:

Un conto per tutti

Leggi tutto

Contatti

Of Osservatorio finanziario

OfNews è una realizzazione di Of Osservatorio finanziario. Leggi Privacy Policy.

Visita il sito