logo-mini
Carte per viaggiare. Come scegliere quella giusta OF OSSERVATORIO FINANZIARIO

SOMMARIO

Ci sono le prepagate, i bancomat, le carte di debito, e le carte di credito. Ognuna ha vantaggi e svantaggi. Soprattutto per chi le usa per viaggiare, magari oltre confine. Quali sono quelle che evitano problemi? Quanto costano. E a cosa prestare particolare attenzione

Carte per viaggiare. Come scegliere quella giusta

» Leggi l'articolo completo su OFTravel

Scegliere la carta di pagamento giusta è molto importante, soprattutto per chi si appresta a partire per le vacanze estive o per un viaggio esotico all’estero. Per viaggiare in sicurezza evitando di rimanere a corto di contanti quando si è lontani da casa, è fondamentale infatti avere nel portafoglio la carta giusta. Abilitata all’utilizzo oltre confine, e che permetta non solo di disporre pagamenti nei negozi, ma anche di prelevare denaro contante all’occorrenza. Senza magari incorrere in spese eccessive, soprattutto qualora ci fosse anche il cambio di valuta. Le alternative sono tre: le prepagate, le carte di debito e i bancomat e le carte di credito. Come sceglierle?

Le prepagate


Di norma sono le preferite da chi viaggia. Perché funzionano come una tradizionale carta di credito, ma senza intaccare in caso di problemi, come furto o smarrimento, l’intero saldo del conto corrente. L’importo sulla carta, infatti, viene pre-caricato prima della partenza e il plafond resta limitato. Si possono utilizzare come alternativa al contante quasi ovunque: servono per pagare acquisti e spese nei negozi aderenti al circuito internazionale al quale si appoggiano (di solito Visa e Mastercard) e possono essere utilizzate per prelevare denaro contante dagli sportelli automatici.

Non solo: le carte prepagate funzionano anche online e possono essere utilizzate per pagare il volo aereo o l’acconto dell’hotel. Ma bisogna prestare attenzione se si decide di noleggiare auto o scooter: le agenzie di autonoleggio infatti richiedono una carta di credito con i numeri in rilievo a garanzia del pagamento. Il rischio, dunque, è quello di procedere all’acquisto da casa correttamente, ma non poter ritirare il veicolo una volta giunti a destinazione.

Quali carte scegliere? Funziona proprio come una riserva di liquidità alternativa al portafoglio la prepaga standard di Banca 5, del Gruppo Intesa Sanpaolo. La carta, infatti, può essere caricata fino a 999 euro e si può comprare nelle tabaccherie convenzionate al prezzo di 4,90 euro (in promozione fino al 10 gennaio 2019). In questo caso, dunque, si può prelevare sia in Europa che nei paesi che non fanno parte dell’area Sepa al prezzo fisso di 2 euro. Se si ha bisogno di un plafond più elevato, invece, si può optare per la carta con Iban Superflash: può contenere fino a un massimo di 10.000 euro, costa 2,24 euro al mese e prevede una spesa fissa per i prelievi in area euro (2 euro) e nei paesi extra UE (5 euro). Mentre il tasso di cambio prevede una commissione dell1’% sull'importo prelevato o pagato.

Le più economiche, però, sono quelle che offrono i prelievi a costo zero in ogni parte del mondo. Come Hype Start, per esempio, la prepagata del gruppo Banca Sella che si gestisce via mobile e che ha un costo di attivazione pari a zero. Nella versione base prevede un plafond (cioè un limite massimo di caricamento) di 2.500 euro. E non applica alcun tipo di commissione aggiuntiva per i prelievi in Italia, in Europa e nei paesi extra-europei. Ma va comunque prevista una spesa pari al 3% di quanto prelevato per le operazioni in valuta diversa dall’euro.

Chi sceglie la prepagata con Iban di CheBanca!, Conto Tascabile, può prelevare a costo zero presso tutte le banche d’Europa. Mentre per i prelievi in valuta diversa dall’Euro viene applicata una commissione fissa di 3 euro, senza nessuna maggiorazione in percentuale sul tasso di cambio. La carta può essere ricaricata fino a un massimo di 50.000 euro, ma prevede un canone mensile di 2 euro al mese per poter essere mantenuta attiva.

» Continua a leggere su OFTravel

© OF Osservatorio Finanziario - riproduzione riservata

Leggi Anche:


Contatti

Of Osservatorio finanziario

OfNews è una realizzazione di Of Osservatorio finanziario. Leggi Privacy Policy.

Visita il sito